Il Mitreo Film Festival nasce nel 2000 con l’obiettivo, di diffondere l'audiovisivo e aiutare giovani talenti bandendo Concorsi, dando sostegno alla loro capacità creativa, originalità nelle loro opere cinematografiche, contribuendo alla loro formazione e a quella del pubblico con cui si confronta; tutto questo attraverso masterclass, laboratori, incontri e dibattiti mirati, nella realizzazione del suo omonimo festival. 

Oggi molti autori che hanno fatto i primi passi proprio al MitreoFilmFestival, sono affermati registi, sceneggiatori e operatori e nei loro esordi hanno potuto contare su borse di studio o premi per le opere presentate in concorso, come Edoardo De Angelis, Filippo Gravino e Giuseppe Trepiccione, solo per citare i primi, nella storia del Mitreo Film Festival.

Molti anche i riconoscimenti, come il Premio Fotogrammi per riflettere, consegnato nel corso degli anni a personalità distintesi per il proprio lavoro  nel mondo dello spettacolo, della cultura e del sociale da Alfredo Bini, Giuseppe Montanaro e Pippo del Bono, Giacomo Rizzo, fino ad alcuni delle ultime edizioni: Carolina Rosi, Anna Teresa Rossini, Mariano Rigillo nel 2017; CarloPuca, Roberto Moliterni, Giuseppe     Colella e Jonny Costantino nel 2018;  Cristina Donadio, Giuseppe Alessio Nuzzo, Pina Turco, Gianfranco Gallo, Crescenzo Muto nel 2019; alla memoria di Giancarlo Siani al fratello Paolo, Paolo Miggiano, Desireé Klain e Michele Castaldo nel 2020 ed infine a  Mauro Galliano, Associazione Emmepi4ever, Tony Laudadio, Luigi Ferraiuolo e alla memoria di Luigi Cinone e a tutte le vittime del covid nel 2021.

Da sempre concentra la sua energia e il suo impegno per la realizzazione del Festival, giunto quest’anno alla sua XXII^edizione. Fino al 2020 il Festival prevedeva due Concorsi banditi attraverso le piattaforme Filmfreeway e Festhome, con grande riscontro in termini di opere ricevute, ma dalla scorsa edizione abbiamo deciso di rinunciare al Concorso Internazionale Cortometraggi e dedicarci essenzialmente al nostro fiore all’occhiello lo “Spazio Film” a cui è legato il Concorso Nazionale Sceneggiatura, per dare più opportunità ai giovani autori. Questo spazio di scrittura rivolto agli sceneggiatori, vede giovani autori provenienti da diverse regioni italiane, guidati a creare storie sul tema che ogni edizione viene scelto, da ambientare sul territorio che li ospita e concorrere per vincere la realizzazione del corto con la produzione del MitreoFilmFestival.  Una peculiarità che pochi festival hanno. "Rigenerazione", "Anima", "Grandi Parole", “Coraggio”, “Giovinezza”, “Kairos”, i temi che si sono susseguiti nelle  ultime edizioni.

Il tema dell’edizione 2022 è “Amore”.

Molti tra componenti di giuria ed ospiti scelti tra addetti ai lavori, mondo dello spettacolo, della cultura e della società civile, hanno reso la qualità delle attività svolte sempre crescente e aiutato il festival nella sua longevità.

Ma l’Associazione Mitreo Film Festival ha  dato anche  supporto negli ultimi anni a diverse produzioni: ”Mozzarella Stories” e“Perez” del regista Edoardo De Angelis, “Il nostro Limite” del giovane autore Adriano Morelli, “La Smorfia” del regista Emanuele Palamara, l’Amica geniale ed anche X Factor per la selezione di concorrenti.

Inoltre tante sono le  attività benefiche e sportive a cui ha partecipato. 

Nel 2018 per la XVIII edizione del festival ha ottenuto dal MIBAC l’utilizzo del logo Anno europeo del patrimonio culturale. Non trascurabile il proprio impegno in progetti con le scuole fin dal 2004 sulla sicurezza e temi sociali con circa 60 produzioni di cortometraggi, da ultimi TiEduCorto proiezioni a tema, sulla scarsità dell’acqua e  cyberbullismo.

Ancora ha elaborato e svolto laboratori sulla legalità, con scuole e comunità per minori, da ultimo nel 2018 con CINEPERIFERIE “So.sTiAmo in periferia: oltre gli sche(r)mi “ ha vinto il bando del MIBAC sulle periferie con una rassegna sui film di Truffaut ed un contest fotografico con la collaborazione del Garante per l’infanzia e del Garante dei diritti dei detenuti della Regione Campania e del Rotaract giovani. Dall’inizio del 2019 sostiene e da il suo supporto artistico alle iniziative culturali dello stage di Diritto Penitenziario nell’ambito del corso di Procedura Penale organizzato dal dipartimento di Giurisprudenza di Unicampania Luigi Vanvitelli.

Nelle ultime edizioni oltre all’Associazione Caserta Film Commission e al Coordinamento Festival Cinematografici Campani, di cui è socio fondatore dal 2013, anno di costituzione, a sostegno della sua attività, dal 2021 si pregia anche della presenza della Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté di Roma con la partecipazione degli allievi della scuola allo Spazio Film e della collaborazione di una realtà prestigiosa del nostro territorio come Capua Il Luogo della lingua Festival.